L'Aquilone Rosa Onlus
Iscriviti, abbiamo bisogno anche di te!

Non sei connesso Connettiti o registrati

ABUSI, STUPRI E MALTRATTAMENTI SU MINORI

Andare alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Parla un poliziotto che dal 30 marzo è in quiescenza a causa «del limite di sopportazione raggiunto nella visione di milioni e milioni di filmati allucinanti».Gli abusi vengono già commessi su bimbi di appena sei mesi». Come arginare il fenomeno? “La prevenzione”

FRANCESCO D’AMBROSIO Le più conosciute sono state chiamate Mare Nostrum ed Aragosta: sono le operazioni investigative sulla pedopornografia che con tante altre hanno mandato alla sbarra centinaia di pedofili. Oggi che è in pensione lo Stato gli chiede di non fermarsi, di completare l’opera testimoniando nei circa 50 processi intentati dal Trentino alla Sicilia. In cambio gli assicura il biglietto ferroviario di seconda classe di andata e ritorno più… 0.72 euro per vitto e alloggio nelle città sedi dei processi. Leucio Cutillo si appella al Capo dello Stato ed al Ministro degli Interni. «Dovrò sborsare almeno 15 mila euro», dice. «Lo Stato mi chiama a tutelare i suoi interessi perché assicurare alla giustizia tutti i pedofili da me scoperti durante le indagini salvaguarda la collettività. Nonostante sia in pensione sono pronto a rispondere ai miei doveri. Chiedo però che mi vengano almeno riconosciute le spese». Sposato con tre figli, Leucio Cutillo ha 53 anni. Fino al 1998 presso la Polizia ferroviaria, durante i successivi 10 anni è stato la colonna operativa ed investigativa della Polstrada. Dalle sue investigazioni sono partite le indagini più scottanti in tema di pedofilia on line e di pedopornografia su internet. Dal 30 marzo è in quiescenza a causa «del limite di sopportazione raggiunto nella visione di milioni e milioni di filmati allucinanti». Era arrivato a non dormire più la notte: l’ospedale militare gli ha riconosciuto lo stato ansioso reattivo che è causa di pensionamento. In cosa consisteva la sua attività investigativa? «Smascherare hacker e pedofili». Quanti processi l’hanno vista testimone? «Moltissimi. A chi è in servizio lo Stato riconosce 23 euro per pasto ad ogni trasferta. E’ uno standard con il quale non ci fai nulla. A Milano, ad esempio, ero costretto a mangiare un panino a pranzo, uno a cena». Perché è importante la sua testimonianza? «Le mie indagini hanno portato alla denuncia di tanti presunti pedofili. Mi viene chiesto di ricostruire le fasi tecniche della scoperta iniziando dai giorni, dagli orari, dai tipi di file scaricati e dalle intercettazioni di mail con i correi». In quali Tribunali è chiamato a testimoniare? «Laddove è stato commesso il reato, ossia nelle città in cui il pedofilo ha scaricato e scambiato file. A maggio sono stato a Salerno e Nocera, ad aprile più volte ad Enna e Caltanissetta, nelle prossime settimane dovrò recarmi a Fermo, Patti, Albenga e poi via di seguito. Per essere presente alle ore 9 in un Tribunale non campano devo muovermi il giorno prima. Pur senza il costo del biglietto ferroviario non si può spendere meno di 250 euro». Può non presentarsi? «E’ mio dovere esserci. Se non ci andassi potrei favorire poi la prescrizione dei termini: l’impunità per quella gente». Come definirebbe il fenomeno della pedopornografia? «In grande crescita sia in Italia che fuori. Chi ne usufruisce è solitamente persona dal livello culturale medio-alto in grado di adottare anche sofisticate precauzioni per non cadere nella rete tesa dalle Polizie Postali di tutt’Italia, tra le quali quella di Salerno resta all’avanguardia». Salerno. Che tendenza c’è? «In crescita. Soprattutto in provincia». Che età hanno le vittime da lei scoperte? «Gli abusi vengono già commessi su bimbi di appena sei mesi». Come arginare il fenomeno? «La prevenzione. Da socio onorario di telefono Azzurro e da delegato del Ministero degli Interni ho tenuto tantissimi seminari nelle scuole elementari e medie. Oggi sono disponibile a rifarlo attraverso il mondo delle associazioni».

Il Mattino 30 maggio 2008

Pubblica un Commento
Devi essere collegato per postare un commento.

Vedi il profilo dell'utente
Pedofilia online: navigatore crede di scaricare da Emule la presentazione di Gomorra e trova un film pedopornografico
Viaggiava su Internet

Lettore denuncia a Riviera24 il caso di un filmato hard divulgato sotto falso nome

Sanremo - Il filmato era stato messo in rete attraverso il circuito di 'e-Mule' - il software 'peer to peer' per la condivisione di contenuti multimediali - sotto il falso nome di 'Gomorra'. Un 'navigatore' imperiese ha voluto denunciare, attraverso il nostro giornale, un caso di pedofilia online, relativo a un filmato dal contenuto inequivocabile messo in rete attraverso il circuito di 'e-Mule' - il software 'peer to peer' per la condivisione di contenuti multimediali - sotto il falso nome di 'Gomorra'. E per Gomorra, intendiamo il film drammatico di Matteo Garrone, ancora nelle sale cinematografiche. Ed e' stato proprio l'attento 'navigatore' che, nel tentativo di scaricare un'anteprima del film, si e' imbattuto nel file osceno.

Lo stesso ha gia' annunciato che presentera' denuncia dell'accaduto anche alla polizia postale di Imperia che indaga sui crimini di questo genere e che, proprio di recente, ha portato a termine una vasta operazione contro la pedofilia online, che ha toccato 13 regioni in tutta Italia. 'Il fatto che ci si possa imbattere in materiale dal contenuto hard - ha affermato il 'navigatore' imperiese - e' ancora plausibile, ma con deii minori proprio no'.

Riviera 24 19 maggio 2008 di Fabrizio Tenerelli

Vedi il profilo dell'utente
Ciao Vivy come al solito grazie per quello che ci trasmetti.
Lo so che ti chiedo molto ma per caso hai una bibliografia? Ma ancora più di questo, possiamo sentirci per organizzare qualcosa, tipo una formazione o un incontro? Di dove sei? forse l' hai già detto e mi è sfuggito.
Grazie di tutto.un abbraccio.MARGHERITA

Vedi il profilo dell'utente
ciao!

Vi posto una canzone di un gruppo che amo molto ascoltare, perchè mette in musica le mie ansie e paure..

questa canzone parla della pedofilia e quest anno sarà premiata dalla giuria di Amnesty international
Vi giuro che all inizio non riuscivo ad ascoltarla, perchè è troppo forte..

Titolo: Canenero gruppo: Subsonica

Se ho paura a sentire il silenzio
se non riesco a raschiare il ricordo
quella voce scura dentro me
è una porta chiusa dentro me
quella porta è un dolore lontano
che nessuno doveva vedere
quando quelle mani su di me
quella bocca scura su di me
se ho paura a sentire il silenzio
se non riesco a tagliare il ricordo
quella voce scura dentro me
è una porta chiusa dentro me
quella porta è un dolore bambino
che nessuno voleva ascoltare
forse non capivo quello che
non osavo chiedere il perchè
è di nuovo qua
so cosa farà
quelle mani su di me
fiato sporco su di me
dice è come un gioco
dice che è per poco
che non fa così male
e non si può scappare
che non si può scappare
qui non si può scappare
canenero ritorna nel sonno
devo urlare per prendere fiato
quelle mani scure su di me
quella bocca sporca su di me
quante volte gridando nel sonno
per strapparmi di dosso il ricordo
quella porta chiusa intorno a me
quella voce è chiusa dentro me
canenero ritorna nel sonno
devo urlare per prendere fiato
quelle mani ancora su di me
quella bocca sporca su di me
quante volte ho gridato nel sonno
per sentirmi di nuovo al sicuro
quella porta chiusa intorno a me
quella voce scura dentro me
se ho paura a sentire il silenzio
se non riesco a raschiare il ricordo
quella porta chiusa intorno a me
è una porta chiusa e dentro me
quella porta è un dolore bambino
che nessuno voleva vedere
mentre non capivo quello che
non osavo chiedere il perchè
dice è come un gioco
dice che è per poco
non posso raccontare
e non si può scappare
qui non si può scappare
canenero ritorna nel sonno
devo urlare per prendere fiato
quelle mani scure su di me
quella bocca sporca su di me
quante volte gridando nel sonno
per strapparmi di dosso il ricordo
quella porta chiusa intorno a me
quella voce chiusa dentro me
canenero ritorna nel sonno
devo urlare per prendere fiato
quelle mani ancora su di me
quella bocca sporca su di me
quante volte ho gridato nel sonno per sentirmi di nuovo al sicuro
quella porta chiusa intorno a me
quella voce scura dentro me
canenero ritorna nel sonno
devo urlare per prendere fiato
quelle mani scure su di me
quella bocca sporca su di me
quante volte gridando nel sonno per strapparmi di dosso il ricordo
quella porta chiusa intorno a me
quella voce chiusa dentro me

Vedi il profilo dell'utente
le parole in effetti graffiano...però ad essere sincera io non l'ho ancora mai sentita...
però voglio farlo... voglio vedere quanto la musica associata alle parole sia riusciata a mettere in scena un orrore come la pedofilia..

Vedi il profilo dell'utente
annlee, vedo che oltre i Take That ascolti anche altro!! Very Happy

Io e Valentina abbiamo trovato su you tube la canzone che avevi postato tu, e abbiamo deciso di mettere il link...

http://www.youtube.com/watch?v=93uER7jEQOE


e oltre questa abbiamo pensato di farvi ascoltare anche quest'altra:

http://www.youtube.com/watch?v=YKH4CbBNT6I

Vedi il profilo dell'utente

32 canzoni il Gio 12 Giu 2008, 19:36

si, loro hanno sempre fatto delle canzoni profonde..c'è un altra canzone di un altro loro disco che parla delle stragi in famiglia, delle violenze tra le mura domestiche.

Per quanto riguarda Canenero, ogni volta che l ascolto in concerto, mi viene da piangere perchè fa ripensare a brutte cose, ma mi rendo anche conto di quanto forte sono ora..

Un abbraccio a tutte

Vedi il profilo dell'utente
ciao annlee..
ho postato Canenero anche sul nostro blog...
http://blog.libero.it/Donneinascolto/commenti.php?id=176135&msgid=4944347&nocache=1214292338

Smile

Vedi il profilo dell'utente
Valentina ha scritto:ciao annlee..
ho postato Canenero anche sul nostro blog...
http://blog.libero.it/Donneinascolto/commenti.php?id=176135&msgid=4944347&nocache=1214292338

Smile

ciao bella!

Grazie mille..
un bacio

Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum