L'Aquilone Rosa Onlus
Iscriviti, abbiamo bisogno anche di te!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Lorena come tutte noi...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Lorena come tutte noi... il Sab 17 Mag 2008, 12:54

Credo che a tutte noi abbia fatto male leggere la storia di Lorena. Quello che a me ha fatto più male e più schifo è lo stupro di gruppo a cui è stata sottoposta prima di morire, a turno hanno avuto rapporti sessuali con lei mentre gli altri due andavano a cercare qualcosa per ucciderla. Sapevano già che l'avrebbero uccisa ma l'Hanno usata un'ultima volta.
Ho riportato la lettera di un uomo, indirizzata ai mostri perchè mi sembrava profonda ed è importante che tutti, senza differenza di genere, condannino una cosa terribile come questa.
Quello che vorrei dire è che, secondo me, è terribile l'omicidio ma forse è ancora peggio tutto quello a cui è stata sottoposta, di cui è stata vittima per mesi, quando era in vita.
Non volevo rattristarvi ma è importante parlare anche di questo... Per cercare di fare in modo che non accada più.
Abbracci.
MARGHERITA

Care bestie di Niscemi, avete tenuto il segreto per giorni e giorni, fino a quando, per caso, il corpo di Lorena è stato ritrovato in fondo al pozzo. L’avete uccisa in tre, avete 17, 16 e 15 anni. Lei ne aveva solo 14. Il suo corpo vi ha fatto comodo, da viva, lo avete usato, a turno, in un rapporto vergognoso che nulla ha a che vedere con l’esuberanza sessuale dei giovani. Leggo che “il fidanzato” (che parola assurda, in questo caso) non aveva problemi a “cedere” Lorena ai due “amici”. Lei, dite ora in coro, era “consenziente”, come se questo cambiasse le cose, le responsabilità, la crudeltà finale.
Avete “perso la testa”? Ma quando mai avete avuto la testa? Tutt’al più un attributo maschile scollegato dal cervello, pensando che nella vita tutto è lecito, tutto si può fare senza conseguenze. Poi, a un tratto, la terribile notizia: “Sono incinta di uno di voi”, ha detto Lorena. E probabilmente lei non sapeva davvero di chi. Ma di certo non poteva immaginare che avreste deciso, tutti insieme, di fargliela pagare, di eliminarla, e avete infierito sul suo corpo, che pure vi aveva dato piacere sessuale, che pure vi era stato concesso come un regalo, come un dono incosciente e giovanile.

Avete confessato nella notte, due settimane dopo il delitto. Speravate di farla franca, questa è la verità. Siete tornati a casa, avete riso, scherzato, giocato, parlato coi genitori, forse. Tanto lei era morta, bruciata, nuda, con una pietra al collo, in fondo a un pozzo, come quel film “The ring”, che le sembrava un presagio. Scrivo a voi, bestie di Niscemi, ma vorrei che pensassero a questa storia tutti i ragazzi italiani che ogni giorno giocherellano a palla con la vita delle donne, delle ragazze, convinti di poterlo fare, certi che le regole dell’umanità non contino nulla, egoisti fino al midollo, maschi stupidi fino in fondo. Quando finirà questa mattanza?

franco.bomprezzi@affaritaliani.it

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum