L'Aquilone Rosa Onlus
Iscriviti, abbiamo bisogno anche di te!

Non sei connesso Connettiti o registrati

AUTODIFESA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 AUTODIFESA il Dom 31 Mag 2009, 21:10

Admin


Admin
In Italia sono 14 milioni le donne preoccupate per la propria sicurezza. I comuni organizzano corsi, le associazioni offrono "passaggi" a casa e si amplia l'offerta di "dissuasori da borsetta"


«La paura di aggressioni è sempre viva. In tutta Italia si stima siano 14 milioni le donne preoccupate per la propria sicurezza e 12 milioni quelle che temono scippi e furti quando sono fuori casa»: il poco confortante quadro sulla percezione femminile della propria incolumità è tracciato da Gianpaolo Landi di Chiavenna, assessore alla Salute del Comune di Milano.

Nel capoluogo meneghino, per accrescere la tranquillità delle donne e dare loro una serie di fondamentali insegnamenti di autodifesa, l'amministrazione ha confermato per la settima volta Cintura Rosa, un corso gratuito di dodici lezioni teoriche e pratiche, tenute da istruttori di arti marziali e psicologi, contro le aggressioni. Le iscrizioni hanno già raggiunto quota 400 e almeno altrettante sono coloro che aspettano il proprio turno in lista d'attesa. Nel frattempo, chi si sente impreparata allo scontro ma minacciata può usufruire del servizio sperimentale offerto dai City Angels, che con una semplice telefonata (dalle 21 all'1.30 al 338.9564704) consente di avere un'auto e un accompagnatore a disposizione per tornare a casa.

Che la questione sicurezza in rosa sia un problema sociale e una seria preoccupazione è però ancora più evidente dalla marea di corsi, training e gadget in vendita per porvi rimedio. Basta inserire la parola "autodifesa" su un qualsiasi motore di ricerca o entrare in una palestra qualunque per vedersi proporre decine di opzioni, dalle tecniche israeliane (molto gettonato il Krav Maga in uso presso il Mossad) alle discipline orientali (su tutti il Wing Chun, uno stile particolare di kung-fu), dai metodi di lotta a terra (dove è facile che una donna venga trascinata durante un assalto o un tentativo di stupro) a soluzioni di colpo-e-fuga.

Florido e fantasioso anche il mercato dei cosiddetti "dissuasori da borsetta". Il più diffuso è lo spray urticante e irritante al pepe o peperoncino, che in bomboletta o celato in oggetti d'uso comune (dalle penne ai portachiavi, dai rossetti agli accendini) riesce a bloccare un aggressore fino a 6-7 metri di distanza. Sull'effetto sorpresa, con la speranza che l'assalitore desista o qualcuno intervenga, puntano gli allarmi acustici e luminosi - in alcuni casi integrati in bastoni od ombrelli che emettono suoni assordanti e montano luci lampeggianti -, mentre principalmente sulla deterrenza puntano gli immobilizatori elettrici. Generalmente considerati legali perché non costituiscono un'arma (ma, secondo l'uso, possono diventare armi improprie) e nella maggioranza dei casi sufficienti alla vista per tenere alla larga i malintenzionati, con una scossa da 200.000 Volt a basso amperaggio sono capaci di stordire un uomo e consentire la fuga.

Tante dunque le proposte per aumentare la fiducia e la capacità di autodifesa delle donne. Ma una sola (e un po' deprimente per un Paese civile) premessa: il modo migliore per evitare aggressioni e assalti è tenere sempre gli occhi aperti, alta la vigilanza e un comportamento guardingo e prudente.

NOI ABBIAMO ORGANIZZATO PRESSO L'AULA CONSILIARE DI ROCCA DI PAPA UN MINI CORSO DI AUTODIFESA INSIEME ALL'ASSOCIAZIIONE KICKBOXING DI ALBANO LAZIALE. LORO PRESENTAVANO LA PARTE PRATICA MENTRE ALCUNE NOSTRE SOCIE SI OCCUPAVANO DEL TRAUMA POST AGGRESSIONE CON TANTO DI "CONSIGLI PER L'USO" QUALORA L'AGGRESSIONE AVVENISSE E SI VOLESSE DENUNCIARE.
SAPETE QUANTE PERSONE SONO INTERVENUTE?
POCHISSIME, RISPETTO ALLA RILEVANZA DELL'EVENTO.
CI STIAMO ANCORA CHIEDENDO IL PERCHè. AIUTATECI, SECONDO VOI COME MAI IL TEMA DELLE AGGRESSIONI è COSì COMUNE MA QUANDO SI VA SULLA PRATICA LE PERSONE NON PARTECIPANO?

Vedi il profilo dell'utente http://laquilonerosa.forumattivo.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum